La grande fauna

L'immagine tradizionale è quella delle vacche sacre che vagano lungo le strade e delle scimmie che saltano tra i tetti delle case. Ma in tutto il paese potrete vedere gli animali più splendidi nelle riserve, protetti e circondati dal loro habitat, in molti casi si tratta di specie rare o in pericolo di estinzione.

La penisola indiana è un continente a sè, dove la diversità geografica ha permesso lo sviluppo di 359 specie di mammiferi e 1200 specie di uccelli. Mentre alcune regioni ospitano specie diverse di animali, ogni regione è caratterizzata dalla presenza di una particolare fauna: il rinoceronte in aree isolate lungo il Brahmaputra, gli ultimi leoni asiatici nella zona occidentale mentre l'elefante indiano, più piccolo del cugino africano, ma possente è rispettato persino dalla tigre, si può incontrare in molte riserve disseminate in tutta l'India.

Il Progetto Tigre, nato venti anni fa, ha individuato le maggiori zone abitate dalle tigri, ne ha fatte aree protette e ha favorito la riproduzione di queste magnifiche belve. Bharatpur, a cinque ore di macchina da Delhi, ospita la più grande riserva di uccelli di tutta l'asia con aironi, ibis, pellicani, cicogne variopinte, aigrette e l'uccello-spatola. La maggior parte della fauna indiana vive negli oltre duecento parchi e riserve del paese.

Tutte le riserve sono raggiungibili in macchina e offrono anche la possibilità di alloggio. Potete chiedere anche la guida di uno dei ranger, grandi conoscitori della foresta e degli animali, che sapranno accompagnarvi direttamente nei punti stategici per una migliore osservazione.