Incredible!ndia, il Ladakh la terra dei “passi” alti

Il Ladakh è un capitolo a parte del subcontinente indiano: tra Tibet e Kashmir, con vista sull’Himalaya è un viaggio nell’India meno esplorata, tra templi, valli desertiche e montagne altissime, un angolo, dove buddisti, musulmani e induisti convivono in perfetta sintonia.

Un viaggio in Ladakh significa visitare i principali e remoti monasteri del capoluogo Leh e di alcuni villaggi d’alta quota, dove respirare la profonda spiritualità della popolazione e avvicinarsi ad affascinanti leggende tramandate nei secoli in un contesto geologico di rara bellezza, una valle posizionata a circa 3.500 metri di altitudine. 

Il Ladakh, vista l'altezza cui si trova e a causa delle sue caratteristiche geomorfologiche ha un clima molto diverso da quello del resto dell'India, ed è considerata una delle migliori destinazioni estive indiane da Maggio a Settembre 

Durante la stagione estiva non piove quasi mai e il clima è generalmente secco con temperature che oscillano tra i 10°C. di notte e i 25°/27°C. durante il giorno. 

Leh, la piccola capitale, posta a 3.500 mt con lo skyline dello Stok Kangri di 6.000 mt che veglia sulla città, è circondata dalla maestosa valle dell’Indo. 

Con i suoi circa trentamila abitanti, è tutta da scoprire: mercati all’aperto pieno di frutta e verdura, una moschea, piccoli stupa e un antico Palazzo. 

Una terra pacifica, intrisa di misticismo ma senza estremismi dove passeggiando per le vie della città s’incontrano monaci nelle loro tuniche rosso porpora e contadini sorridenti con gerle traboccanti di fieno. 

Leh è la base per andare alla scoperta del territorio del Ladakh come la Nubra Valley, una vallata, desertica, sabbiosa, incontaminata; il Pangong Tso, uno dei laghi più belli della regione, uno degli specchi d’acqua di un blu intenso. 

Per il lato più spirituale del Ladakh basta guardarsi intorno per individuare antichi monasteri, sagome di un bianco accecante sospese a punte rocciose. 

Al loro interno, piccole comunità religiose accolgono con calore e curiosità gli occidentali: Phyang con la sua lunghissima foresta di stupa, Stakna con il suo piccolo Tempio, Likir con la magnifica statua di Buddha che nasconde, alta sedici metri e Lamayuru un complesso monastico incastonato in un paesaggio da fiaba. 

La capitale Leh è collegata attraverso comodi voli, di circa 90 minuti da Delhi.