Incredible!ndia, Chandigarh - la città ideale di Le Corbusier

 

Città dell’India settentrionale, Chandigarh sorge ai piedi della catena sub-himalayana dei monti Shivalik e si trova tra gli stati di Haryana a sud e Punjab a nord.

Il suo nome significa "il forte di Chandi", che è una dea il cui tempio si trova nel vicino distretto di Panchkula, nell'Haryana.

Chandigarh, è una delle città emergenti dell’India, famosa in tutto il mondo per l’architettura e pianificazione urbana.

Il grande sogno di poter realizzare la città ideale delle utopie rinascimentali e illuministe si concretizza nel 1951.

Il primo ministro indiano, Jawaharlal Nehru, chiamò Le Corbusier e suo cugino Pierre per assegnare l'edificazione della capitale del Punjab.

La città è suddivisa in settori completamente autonomi della dimensione di 800m per 1200m in cui vi si possono trovare spazi commerciali, spazia abitativi e spazi ricreativi.

Ogni settore è adiacente e non si impiega più di dieci minuti ad attraversane uno.

La pianta della città segue quella di un corpo umano con gli edifici governativi e amministrativi nella testa, le strutture produttive ed industriali nello stomaco, alla periferia del tronco gli edifici residenziali.

Tutte le case qui hanno un impronta tipicamente europea con un disegno tipico degli architetti degli anni 50/60, con molto cemento armato, strutture lineari che si fondono una nell’altra all’interno di rigogliosi giardini, vere e proprie isole autonome immerse nel verde.

Qui si concretizza anche la grande innovazione del sistema viario, con la separazione delle strade dedicate ai pedoni e quelle dedicate al solo traffico automobilistico.

A Chandigarh ogni isolato è circondato da una strada a scorrimento veloce che sbocca nei grandi parcheggi dedicati mentre un'altra strada risale tutto il “corpo” della città fino al Campidoglio ospitando ai lati gli edifici degli affari.

Una grande arteria pedonale ha nelle sue ali negozi della tradizione indiana, con in più due strade laterali automobilistiche a scorrimento lento, infine, una grande strada giunge fino a Delhi.

La città di Chandigarh fonde tutti gli studi architettonici compiuti da Le Corbusier nei suoi viaggi giovanili per l'Europa e le sue innovazioni del cemento e della città a misura d'uomo.

Le Corbousier ha realizzato il famoso monumento “La Mano”, la pianificazione urbana ed il palazzo della Corte Suprema (High Court) mentre il suo staff ha realizzato tutte le altre strutture .

Per gli appassionati di architettura e arte non si può lasciare Chandigarh senza aver visitato la casa-studio dove visse Le Corbusier nelle stagioni trascorse in città.

Molto semplice, con pavimenti di mattoni e soffitti di zinco, la casa, recentemente adattata a museo, espone i disegni originali, foto dell'epoca, lavori e oggetti disegnati da Le Cobusier.

La casa-museo è un must per entrare all'interno dell'opera del gran maestro, prima di visitare le strutture governative.

Un luogo che va assolutamente visitato è il The Rock Garden.

Quasi 40 anni fa, Nek Chand, un impiegato nelle ferrovie, cominciò a sistemare un pezzo di giungla per ricavarne un piccolo giardino.

Colpito dalla quantità di materiale in disuso, dai residui accumulati dalle demolizioni di edifici per fare di Chandigarh la più verde delle città indiane, Nek Chand iniziò a costruire figure umane e animali utilizzando qualsiasi oggetto gli capitasse tra le mani.

Alla fine aveva accumulato migliaia di forme ricavate dai rifiuti urbani e industriali così come forme architettoniche plasmate lentamente dalla forza del vento e della pioggia.

Giorno per giorno arrivò a creare battaglioni di pifferai, contadine, bevitori di tè, scimmie, ometti con strani cappelli fatti di fondi di tazzine, ballerine e decine di altre varianti, scolpiti segretamente e gelosamente custoditi.

Quando nel 1973 la municipalità della città scoprì questo parco non poté che constatare l’utilizzo alternativo di ogni tipo di rifiuto, un riciclo proficuo ed usato a scopi creativi, il governo indiano riconobbe il valore culturale e artistico.

Oggi il Rock Garden riceve una media di 5000 visitatori al giorno e rientra in uno dei maggiori programmi di riciclo in Asia.

Per i patiti dello shopping i mercati commerciali più importanti della città, sono situati nel Settore 17, 22, 30 e 35, e offrono tutti ampie scelte.

Il mercato del settore 17 è l’ideale per acquistare tessuti e abbigliamento tradizionale, come scialli, sari, cuscini e tanto altro.

Nel mercato del settore 22 si trovano oltre che deliziose marmellate e mieli tipici della zona.

Per gli arazzi e prodotti artigianali il settore 20 è il posto migliore da esplorare, qui si possono trovare scatole in legno intagliato, arazzi fatti a mano, eccezionali copridivani ricamati in tipico stile indiano.

Riguardo i luoghi da visitare oltre quelli in città, a meno di 100 km da Chandigarh, si trova la diga Bhakra Nangal Dam, una delle dighe più grandi dell'india, nota per la sua bellezza paesaggistica è ottimo punto dal quale godere di panorami mozzafiato.

Il lago Gobind Saga, nelle immediate vicinanze della diga, luogo ideale dove rilassarsi e fare un bel bagno.

A 6 km dal centro città di Chandigarh, proprio al terminale degli autobus di Panchkula, si trova il Cactus Garden uno dei più grandi giardini di specie rare di cactus, famoso in tutto il paese.

Il parco rimane aperto tutti i giorni, ma solo ed esclusivamente nei mesi da aprile a settembre.

A pochi km dalla città, sulla Patiala Road Chandigarh, si trova invece lo Chattbir Zoo, un famoso parco zoologico, dove si possono ammirare centinaia di animali.

Arrivare a Chandigarh è facile.

L'aeroporto è ubicato a circa 10 km dal centro città, e ha voli giornalieri e regolari sia dalle principali città europee che da Delhi o da Amritsar.

La città è anche ben collegata anche dal sistema ferroviario. Mumbai, Chennai, Bangalore e Trivandrum hanno tutte collegamenti veloci con Chandigarh e la sua stazione ferroviaria è situata a meno di 7 km dalla città.

Alternativa l’eccellente rete stradale, con due moderne strade nazionali la n° 21 (Ambala-Kinnaur) e la n°22 (Chandigarh-Leh) che servono tutto il territorio.