!ndia, Republic Day Parade a New Delhi

Ogni anno, il 26 gennaio, si celebra la parata del Giorno della Repubblica in tutta l'India e, soprattutto, a Delhi.

Si tratta di una marcia sia militare sia civile e celebra il giorno in cui l'India nel 1950 divenne una Repubblica.

I festeggiamenti iniziano con l'innalzamento della bandiera nazionale, seguita da parate in tutto il Paese.

Una straordinaria visione della ricchezza e della complessità culturale in India, dove accanto alla fantasmagoria di colori delle divise dei reparti di tutti gli stati dell’unione sfilano le più moderne armi ad alta tecnologia.

Questa parata è seguita da una vivace parata "culturale" che rappresenta il vero patrimonio culturale indiano, con riproduzioni dei diversi Stati dell'India, accompagnati da musiche tradizionali, in una festa che celebra la ricchezza e la diversità di culture nel paese, trasformandosi quindi in una straordinaria occasione per condensare nello stesso luogo e nello stesso momento tutta l'incredibile diversità che convive in questo paese.

New Delhi per un giorno si trasforma in una città surreale, dove tutto il traffico privato è sospeso, l’aeroporto chiuso al traffico civile e il cuore pulsante diventa il Rajpath, il grande viale, dove sfila la potenza militare insieme alla diversità culturale dell'India.

Una parata che si trasforma in uno spettacolo, in cui sfilano Forze Armate, bambini, danzatori e carri, che parte dal Rashtrapati Bhawan, il palazzo presidenziale, attraversa l’India Gate e giunge fino allo storico Forte Rosso.
Dopo l'inno nazionale inizia la parata militare con rappresentanti delle tre divisioni delle forze armate: aria, mare e terra.

Prima sfilano i missili e le artiglierie, mentre sopra la folla volteggiano gli elicotteri e i jet acrobatici.

A seguire sfilano i reggimenti nelle loro divise favolosamente colorate e decorate, tra turbanti sui visi barbuti dei sikh, cammelli delle guardie del Rajastan, gualdrappe istoriate sulla groppa degli elefanti, che ci riportano all'India dei romanzi di Kipling e dei film hollywoodiani di qualche decennio fa.
Dopo, in un crescendo incalzante, la rapida successione dei gruppi di suonatori e danzatori tradizionali provenienti da ogni angolo del Paese ricordandoci come ci siano anche loro, le culture antiche, le caste, e le cerimonie vecchie di millenni.
Un’occasione quindi per vedere l’India mostrare i suoi ”gioielli” tecnologici, culturali e sociali.