!ndia, Hampi la magnifica capitale dell'impero Vijayanagar (Kopie 1)

Sito storico e famoso luogo di pellegrinaggio, Hampi si trova nello stato indiano del Karnataka, e appartiene al patrimonio dell'UNESCO dal 1986.

L'ex capitale dell'impero Hindu Vijayanagar (1336-1565) univa i tre stati, Karnataka, Andhra Pradesh e Maharashtra.

Nel 1565 all’arrivo degli invasori musulmani gran parte della città fu distrutta e gli abitanti furono costretti a fuggire.

Il governo indiano sta sviluppando Hampi come destinazione turistica internazionale e grazie alle ottime infrastrutture è facile arrivare a Hampi in aereo, tramite gli aeroporti vicini di Goa e Bangalore, in auto o in treno (Stazione ferroviaria Hospet).

Secondo la storia Hampi è stata altrettanto bella e grande come la città di Roma imperiale e abitata da centinaia di migliaia di persone durante il suo periodo d'oro.
Oggi le maestose rovine della gloriosa capitale dell'ex regno più potente Vijayanagar sono una delle destinazioni preferite dei turisti provenienti da tutto il mondo. 
Meta conosciuta dai viaggiatori esigenti e set cinematografico (qui è stato girato il film The Myth con Jackie Chan), l’ex metropoli del grande impero Indù, che regnò nell’India del Sud per più di 200 anni è certamente meno conosciuta del famoso Taj Mahal o dell'arte erotica di Khajurao, ma merita sicuramente una visita per avere un incontro “unico” con il suo passato che lascerà stupito il visitatore.

Con un’ampiezza di 26 chilometri quadrati, Hampi contiene alcune centinaia di siti archeologici dai contorni surreali che offrono ai visitatori una finestra incredibile sul passato.

Tra templi ben conservati, sistemi d’irrigazione, padiglioni architettonicamente ricercati, magnifici palazzi, i paesaggi intorno Hampi sono caratterizzati da enormi massi di granito dalle forme bizzarre che sembrano quasi come caduti accidentalmente, valli rigogliose con risaie panoramiche e vaste piantagioni di banane. 
L'alveo del fiume Tungabhadra è senza dubbio il miglio punto di vista per godere del sito archeologico.

L'ex capitale era considerata potente e ricca, e quindi molto difficile da conquistare da parte dei nemici.

Per questa ragione si possono ammirare i resti di fortificazioni che hanno contribuito a rendere la città, un sito prospero, proteggendolo dai nemici per più di 2 secoli e contribuendo allo sviluppo di una delle metropoli più importanti del periodo.

I regnanti dell'impero Vijayanagar erano in anticipo sui tempi e promossero fortemente le arti durante il loro regno.

In molti dei monumenti si possono ancora ammirare i resti di un glorioso passato per quanto riguarda l'architettura, la musica e tutte le altre arti. 
Il tempio Vitthala si distingue, rispetto agli altri, per i suoi meravigliosi decori, e il suo tempio principale, dedicato alla dea Vishnu è considerato il miglior esempio per il suo stile del periodo Vijayanagara.

Considerato un must, da non perdere, il tempio monolitico di Garuda. 
Il Tempio di Virupaksha situato sulla riva del fiume Tungabhadra era il centro religioso dell’ex Vijayanagara ed è ancora oggi un luogo importante per i pellegrini.

L'ingresso avviene attraverso una torre di 52 metri di altezza che si trova nel vivace Bazar di Hampi, il punto di partenza per i tour.

Poco fuori della città principale, a pochi minuti di risciò, si può esplorare la Royal Enclosure, l'area reale, che contiene le rovine di alcuni palazzi, padiglioni, stalle per gli elefanti, il bagno della regina e giardini.

La scultura più famosa che s’incontra è la Narazimha, un monolite di quasi sette metri che raffigura una delle incarnazioni di Vishnu in una posizione yoga.
Hampi è certamente una metà da visitare con calma.

Occorrono almeno uno o due giorni per visitare solo alcuni dei templi più belli e monumenti. Hampi ha molto da offrire ..e molto da scoprire.